Survival International

Fermiamo la proposta del 30%

A Baka woman and child walk through lush forest.
© Kate Eshelby /Survival

Al prossimo vertice della Convenzione sulla diversità biologica, i leader mondiali prevedono di accordarsi per convertire il 30% della Terra in “Aree Protette” entro il 2030.

Le grandi ONG della conservazione sostengono che mitigherà i cambiamenti climatici, ridurrà la perdita di vita selvatica, aumenterà la biodiversità e di conseguenza salverà il nostro ambiente. Questo non solo è sbagliato, ma anche pericoloso.

Le Aree Protette non salveranno il nostro pianeta. Al contrario, aumenteranno la sofferenza umana e accelereranno la distruzione degli spazi che dicono di proteggere perché l'opposizione dei locali contro di esse aumenterà.

Sarà il più grande furto di terra nella storia e ridurrà centinaia di milioni di persone in povertà, senza terra.

Aiutaci a fermare la Grande Bugia Verde! Scrivi ai negoziatori che hanno in mano il destino di milioni di persone. #BigGreenLie

Non perdere altre occasioni di lottare a fianco dei popoli indigeni del mondo:

Per noi, la tua privacy è importante. Non venderemo né scambieremo mai i tuoi dati. In qualsiasi momento puoi cancellare la tua iscrizione cliccando il link in fondo alle nostre e-mail, oppure cambiare le tue preferenze chiamandoci allo 02 8900671 o scrivendo a [email protected]. Per sapere come proteggiamo e usiamo i tuoi dati, leggi la nostra Policy sulla privacy.